Con il nuovo Decreto Draghi in arrivo, dal 6 agosto 2021 il Green Pass sarà obbligatorio anche per partecipare alle prove dei concorsi pubblici.


La certificazione comprovante l’effettuazione di almeno una dose di vaccino o della guarigione dall’infezione da Covid, quindi, risulterà necessaria anche per coloro che svolgeranno concorsi.
Naturalmente, alle prove potrà partecipare anche chi non risulti vaccinato. L’alternativa al Green Pass è rappresentata, infatti, dall’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido, con risultato negativo al virus Covid (con validità di 48 ore).
Bisognerà, quindi, effettuare un tampone 2 giorni prima della prova (in pratica, come si sta facendo ora).

Ricordiamo che il Green Pass può essere ottenuto da coloro che:

- hanno effettuato la prima dose di vaccino o il vaccino monodose (trascorsi 15 giorni);
- hanno completato il ciclo vaccinale;
- sono guariti dal Covid-19 nei sei mesi precedenti.

E può essere richiesto ed ottenuto in breve tempo tramite App Immuni, App IO, SPID
o proprio fascicolo sanitario regionale. Ma anche rivolgendosi al proprio medico di famiglia.

La “Carta verde”, oltre che per i concorsi, risulterà obbligatoria per:

– servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
– spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
– musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
– piscine, palestre, sport di squadra, centri benessere, limitatamente alle attività al chiuso;
– sagre e fiere, convegni e congressi;
– centri termali, parchi tematici e di divertimento;
– centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso;
– attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.