Fino al 30 settembre 2021 è possibile presentare domanda per i nuovi bonus destinati ad operai agricoli e pescatori autonomi.

Si tratta di una agevolazione per queste categorie colpite dal Covid-19.
Il bonus è pari a 800 euro per gli operai agricoli e a 950 euro per i pescatori.

Ad erogare tali sussidi sarà l’Inps.
Il contributo può essere richiesto dagli operai agricoli a tempo determinato che abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di lavoro nel 2020. Tali soggetti avranno diritto al bonus di 800 euro. È opportuno però, che alla data di presentazione delle domande non siano:
titolari di un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, tranne per il contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità.
In merito, invece, all’indennità prevista per i pescatori autonomi, ne hanno diritto coloro che esercitano la pesca in acque interne, lagunari e marittime.

Però per essere destinatari dell’agevolazione, non devono essere:

-titolari di pensione;
-iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, tranne la gestione separata Inpdap come da articolo 2, comma 2 della Legge 8 agosto 1995, n. 335.

L’indennità prevista per i pescatori autonomi o soci di cooperative di pesca, è pari a 950 euro.

I nuovi bonus operai agricoli e pescatori hanno dei limiti di compatibilità con altri agevolazioni (reddito di emergenza/reddito di cittadinanza/assegno ordinario di invalidità.

Per tutte le informazioni clicca  Quì.