La privacy rappresenta una tematica più che mai attuale e sempre più vasta e delicata.

Risulta costantemente sotto attacco, con le multinazionali costrette a ritrattare le proprie politiche di approvvigionamento di dati personali. Inevitabilmente, quindi, crescerà la richiesta di specialisti in campo informatico e giuridico che garantiscano alle persone il diritto all’oblio. Del resto non a tutti piace essere rintracciati e “schedati” e si delega il delicato compito a figure professionali in grado di trattare e/o eliminare i dati personali contenuti nei database, siano essi elettronici o fisici. La responsabilità della distruzione di dati sensibili ricade sull’azienda che lo detiene e l’operazione deve avvenire secondo quanto stabilito dalla legislazione, obbedendo ai criteri di tracciabilità.

Insomma, una figura, quello del responsabile dello smaltimento dei dati personali, che se oggi è preziosa, a breve diventerà indispensabile