Quello del saponaro è un mestiere molto antico.

Il sapone, di pasta molle, in passato era utilizzato per lavare i panni ma anche per la pulizia del corpo e dei capelli. Era, infatti, un prodotto di qualità elevata. I ‘saponari’ giravano per i paesi, barattando il sapone con la cenere prodotta bruciando la legna nei camini, ma anche con altro. Si accontentavano anche di scarpe, abiti ed altro, in modo da riciclarli.
L’usanza è sopravvissuta fino a qualche decennio fa, prima che le grandi aziende invadessero il mercato con i propri prodotti