Secondo un nuovo studio di UnionCamere e InfoCamere, un’impresa su 10 in Italia è gestita da stranieri.

Sono 600mila in tutto le aziende gestite da stranieri, con una crescita di 6.800 unità.
In cima alla classifica degli imprenditori stranieri vi sono i marocchini (64.900 imprese), attivi soprattutto nel commercio, seguiti dai cinesi (50.899), operanti nei settori tessile e ristorazione. Terzo posto per i rumeni (47.694) e quarto per gli albanesi (31.425), attivi in particolare nell’edilizia.
In 8 regioni su 20 le imprese “straniere” equivalgono ad oltre il 10% delle attività economiche.
A Milano c’è la più grande comunità di imprenditori egiziani, mentre a Roma prevale la comunità del Bangladesh. A Napoli, invece, ha sede il 20,5% delle imprese guidate da pakistani.
Il trend di crescita è costante.