Nel 2022 per i dipendenti privati è disponibile il bonus bollette 600 euro.

Si tratta di un beneficio esentasse per l’azienda che può essere erogato dai datori di lavoro ai dipendenti direttamente in busta paga per sostenere i costi delle utenze domestiche per acqua, gas ed elettricità.

Il rimborso spetta a tutti i dipendenti del settore privato. Sono i datori di lavoro a poterlo liberamente riconoscere in busta paga in base alle regole generali sui fringe benefit. In particolare, tra i datori di lavoro interessati vanno ricompresi, sempre che dispongano di propri lavoratori dipendenti, anche:

• i lavoratori autonomi e studi professionali;
• gli enti pubblici economici;
• i soggetti che non svolgono un’attività commerciale.

Inoltre, per quanto riguarda i dipendenti, sono inclusi anche i percettori di reddito da lavoro assimilato a quello da lavoro dipendente, ovvero:

• collaboratori tipo CO.CO.CO, amministratori, lavoratori autonomi occasionali;
• altri soggetti percettori di redditi di lavoro assimilato, come per esempio i tirocinanti.

Non esiste nessun limite reddituale né soglia ISEE per vedersi riconosciuto il bonus 600 euro in busta paga.

Lo stesso può essere concesso fino al 12 gennaio 2023.