Secondo uno studio del World Economic Forum del 2018, il 65% dei bambini che oggi va a scuola, una volta ottenuto il diploma o la laurea svolgerà lavori che ancora non esistono.

Ecco, secondo l’approfondimento di fanpage.it, le 5 professioni del futuro, utili a trovare occupazione:

1) Esperti di energia a tutela del pianeta
Tra le principali criticità, quella legata all’inquinamento ed al riscaldamento globale. L’obiettivo di governi e aziende degli ultimi anni è pertanto quello di creare un’economia a basse emissioni e più verde. Per fare ciò, sono richieste figure altamente specializzate. Negli ultimi mesi in tutto il mondo le assunzioni riguardanti i cosiddetti green jobs sono state più di 10 milioni e il trend è in crescita

2) Esperti di dati
In questa società informatizzata sono milioni i dati creati e immagazzinati. Entro il 2020 si calcola che saranno richiesti in tutto il mondo circa 900mila programmatori. Secondo un rapporto del Miur, al riguardo, scarseggiano ancora i relativi corsi di laurea nelle Università pubbliche. E’ possibile, tuttavia, specializzarsi in linguaggi di programmazione o coding, oppure occuparsi di adattare codici e algoritmi ai bisogni delle persone e delle aziende

3) Professioni digitali legate ai social network
Saranno sempre di più le opportunità di lavoro legate al mondo dei social network. Si andrà dal social media specialist al community manager, dal social media analyst al search engine optimization specialist. E’ vasta, al riguardo, l’offerta di corsi universitari e master

4) Agricoltori verticali
La figura dell’agricoltore sta cambiando. Nasce, così, quella dell’agricoltore verticale, in grado di curare la produzione di prodotti agricoli in contesti metropolitani attraverso colture ed allevamenti indoor e sviluppati in altezza, che contribuiscono a preservare le risorse, abbattono il consumo di suolo e rappresentano la soluzione alle condizioni climatiche estreme. In Italia le ‘fattorie verticali’ non sono ancora diffuse, ma sembrano rappresentare il futuro del settore

5) Broker del tempo
Entro il 2030 gli esperti di economia e finanza potrebbero non dover più lavorare con i soldi delle persone, ma con il loro tempo. Quella del broker del tempo, infatti, potrebbe essere una delle professioni più richieste dal mercato, in grado di valorizzare il tempo in attività socialmente utili, che possano a loro volta offrire la possibilità di guadagnare dei crediti per acquistare beni di consumo da altri membri della comunità