Tra il 2020 e il 2021 il sistema delle Piccole e Medie imprese italiane potrebbe perdere circa un milione di posti di lavoro.

Il tutto a causa del perdurare della crisi e dello sblocco dei licenziamenti  che dovrà, inevitabilmente, essere attuato.
Gli effetti potrebbero colpire, in particolare, i dipendenti delle piccole imprese. A sostenerlo è un’indagine della Fondazione studi dei consulenti del lavoro.

Alle tradizionali difficoltà legate al sistema Italia, negli ultimi mesi si è aggiunta l’emergenza Covid che, dopo le criticità generate nella scorsa primavera, potrebbe rappresentare una vera e propria mannaia per imprese, attività commerciali e lavoratori.