Un tempo era il nord Italia la destinazione privilegiata per tutti coloro che partivano dal sud con la ‘valigia di cartone’ e la voglia di lavorare.

Oggi, invece, i confini si spostano all’estero, in Europa e oltre. Sono quasi 5,3 milioni, infatti, i nostri connazionali residenti all’estero secondo i dati della XIV edizione del “Rapporto Italiani nel Mondo” della Fondazione Migrantes. La metà di queste è originaria del sud. Al riguardo, il 48,9% di chi ha lasciato l’Italia, ha abbandonato la propria città del meridione senza tornarvi. Le comunità più consistenti di italiani si trovano in Argentina (quasi 843 mila), Germania (poco più di 764 mila), Svizzera (623 mila), Brasile (447 mila), Francia (422 mila), Regno Unito (327 mila) e Stati Uniti (272 mila). Le ultime partenze hanno riguardato 107 province italiane, con la Sicilia quale protagonista principale tra le regioni meridionali con 12.127 partenze.