I giovani italiani puntano sull'agricoltura.

Questo emerge da una recente analisi dell’Istat che colloca il nostro Paese in cima alla classifica europea degli under35 che hanno deciso di avviare un’attività nel settore agricolo. Nel 2018 sono state 57.621 le imprese nate, con una crescita del 4,1% rispetto all'anno precedente.
I giovani si impegnano in agricoltura in modo multifunzionale e creativo. Nel 70% dei casi sono attivi nell'ambito della trasformazione aziendale dei prodotti, della vendita diretta, delle fattorie didattiche e degli agli agriasilo, ma anche nella proposta di attività ricreative, nell’agricoltura sociale per l'inserimento di disabili, detenuti e tossicodipendenti, nella sistemazione di parchi e giardini, nella cura del paesaggio o nella produzione di energie rinnovabili.
Per quanto riguarda il fatturato, si è registrata una crescita del 75%. In aumento anche l’occupazione nel settore (+50% rispetto alla media).
Un terzo delle aziende agricoli italiane, infine, è guidato da una donna.

Fonte Cliclavoro