Uno scandalo di diplomi falsi che ha portato al licenziamento di alcuni collaboratori scolastici e ad un’indagine approfondita in diversi istituti scolastici.

Questo è quanto venuto fuori a seguito dei controlli a tappeto nelle scuole del Veneto, dove sono stati anche esclusi diversi candidati dalle graduatorie Ata di terza fascia. Da recenti verifiche effettuate, infatti, è risultato che molti candidati provenienti, per lo più, dalla Campania si trovavano nei primi nelle graduatorie di terza fascia, pur essendo molto giovani.
Questa rappresenta una procedura avviata da poco e che vede coinvolti numerose scuole. Il tutto porterà alla rioccupazione dei posti ingiustamente ottenuti dai candidati che hanno presentato titoli di studio e di servizio falsi. Un’operazione che sembra essere solo all’inizio e che potrebbe portare all’espulsione di altri collaboratori scolastici e di assistenti amministrativi. I posti occupati con illecito verranno liberati a favore di chi possiede regolarmente i titoli presentati nella domanda di aggiornamento