E’ possibile inviare le domande per fruire del contributo “Sostegni” e/o del contributo “Sostegni-bis alternativo”.

Le iniziative sono a favore di chi svolge attività di impresa, lavoro autonomo e di reddito agrario titolari di partita Iva.

Le nuove agevolazioni spettano ai soggetti esercenti attività d'impresa, arte e professione o che producono reddito agrario, titolari di partita Iva e residenti o stabiliti in Italia, che nel 2019 abbiano conseguito un ammontare di ricavi o di compensi fra 10 e 15 milioni di euro

Per quanto riguarda il contributo "Sostegni", possono fare domanda i soggetti che abbiano registrato un calo di almeno il 30% tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2020 e quello dell'anno 2019.

Per usufruire dei benefici del "Sostegni-bis alternativo", il calo del fatturato deve essere di almeno il 30% tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo 1° aprile 2020 - 31 marzo 2021 e quello del periodo 1° aprile 2019 - 31 marzo 2020

La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate entro il 13 dicembre 2021.

La richiesta deve essere corredata, oltre che dai dati del richiedente, dal codice fiscale, dai dati dell'eventuale rappresentante o intermediario, dalle informazioni sulla sussistenza dei requisiti e dall'Iban su cui ricevere l'accredito.