Secondo le previsioni del Bureau of Labor statistics del Dipartimento americano del lavoro, i settori che offriranno maggiori opportunità di lavoro nel futuro sono quelli a più elevato contenuto tecnologico.

L’evoluzione, oltre ad automi e macchine industriali sempre più avanzate, vedrà la nascita di programmi e software che permetteranno di sostituire il lavoro delle persone.
Robotica e intelligenza artificiale subentreranno all’uomo in molti campi, ma c’è un settore nel quale la tecnologia non potrà mai soppiantare la presenza umana, quello dell'assistenza alla persona. Il progressivo invecchiamento della popolazione dei Paesi industrializzati comporterà infatti un notevole aumento della richiesta in questo ambito. Non solo infermieri, operatori sanitari e badanti, ma anche manager e consulenti della terza età. Buone opportunità di lavoro, inoltre, si prevedono per i terapisti specializzati in nuovi trattamenti alternativi.
In ottica sanità, oltre ad una nuova tipologia di medici, ci sarà bisogno di venditori specializzati e riparatori di parti del corpo. Previste anche una nuova specializzazione relativa ai ‘chirurghi della memoria’.
Le tecnologie genetiche verranno sfruttate per migliorare anche gli aspetti legati alla natura. Gli agricoltori diverranno esperti genetisti, con conoscenze sempre più approfondite anche in campo chimico. L'agricoltore non lavorerà solo in campagna e nelle zone rurali e le città faranno sempre maggiore ricorso alle coltivazioni verticali.
Per gestire al meglio l’e-commerce e le vendite a livello globale, inoltre, nasceranno nuove figure specializzate, come consulenti virtuali in campo legale, medico, fiscale o di pianificazione di strategie di marketing e assistenti virtuali.
Con l’avvento del turismo spaziale ci sarà poi bisogno di piloti specializzati nei viaggi spaziali, di guide turistiche “galattiche” e di architetti in grado di progettare soluzioni abitative per lo spazio e per i pianeti