Quando facciamo una partita di bowling, ci sembra normale ed automatico che i birilli colpiti si riposizionino in breve tempo.


Diversi anni fa, tuttavia, così non era ed era necessaria una figura che facesse tale operazione in modo manuale. Il primo raccoglitore automatico di birilli risale al 1946. Prima a recuperare quelli caduti e rimetterli in fondo alla pista erano i ‘pin's boy’, ragazzi, in genere adolescenti, che si occupavano anche di restituire le palle ai giocatori.
Era un lavoro sottopagato, prettamente serale, e piuttosto faticoso