Un personaggio che, fino a qualche anno fa, si aggirava per le vie dei paesi e della città, era il banditore.

Comunicava ad alta voce ai cittadini le novità, gli avvenimenti e le disposizioni dell’amministrazione comunale o della Chiesa e effettuava avvisi a privati cittadini.
Per gli annunci ufficiali del Comune, il banditore era preceduto dal rullio del tamburo. Per quelli della Chiesa, invece, veniva suonato un grosso campanello, mentre i privati erano anticipati da una trombetta. Gli annunci erano in gergo dialettale, con un passaparola molto efficiente.
Nella società del tempo, caratterizzata da analfabetismo e povertà, era importante sapere di poter contare su una figura che tenesse tutti informati in merito ai fatti più importanti.
Oggi, naturalmente, la comunicazione ha preso strade molto diverse e in alcuni casi risulta quasi eccessiva.