Saranno 3000 e non più 6000, come inizialmente previsto.

Stiamo parlando dei ‘navigator’, ovvero le figure che saranno chiamate ad orientare in ottica lavorativa coloro che usufruiranno del Reddito di cittadinanza. L’accordo tra Governo e Regioni è stato trovato ed il testo sarà votato e ratificato. L’Anpal, l’ente chiamato a svolgere le selezioni, potrà quindi ufficializzare la ricerca e organizzare le relative prove.
I prescelti verranno assunti dalle Regioni come “assistenti tecnici”, con contratto di 2 anni. Le prime assunzioni dovrebbero avvenire in estate.
L’avviso sarà pubblicato sul sito dell’ANPAL e sarà necessario inserire il proprio curriculum tramite un’apposito form entro 15 giorni. La procedura per l’assunzione prevede una preselezione basata sul possesso di determinati titoli ed una selezione basata su una prova a test psicoattitudinali e sulle materie del mercato del lavoro. La selezione dovrebbe essere su base regionale. Per accedere è richiesto il possesso di laurea magistrale in Economia, Giurisprudenza, Sociologia, Scienze politiche, Psicologia o Scienze della formazione. Tuttavia, il relativo regolamento per il conferimento di incarichi di collaborazione prevede che possano accedere al profilo anche i diplomati. Bisognerà, quindi, capire come si si orienterà in tal senso.

In merito al Reddito di cittadinanza, le domande pervenute finora sono 141.109. In testa ci sono Campania (18.832) e Lombardia (18.616) ed a seguire Sicilia (15.994), Lazio (13.367) e Piemonte (13.056)