Il Ministero dello Sviluppo Economico ha specificato termini e modalità di accesso alle agevolazioni previste dal bando Macchinari Innovativi.

Il regime di aiuti è istituito nell’ambito del Piano Nazionale Impresa 4.0 ed è rivolto ad imprese del settore manifatturiero e liberi professionisti delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
La dotazione finanziaria della misura è pari a € 341.494.000,00. Una quota di € 53.094.000 è destinata agli investimenti diretti al cambiamento fondamentale del processo produttivo, mentre il 25% delle risorse complessive disponibili è riservata ai programmi proposti da micro e piccole imprese.
Possono beneficiare delle agevolazioni le P.M.I. manifatturiere che abbiano disponibilità o intendano avere disponibilità di un’unità produttiva in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. E’ necessario che l’impresa disponga di almeno 2 bilanci approvati. Nel caso di imprese individuali o società di persone, bisogna avere presentato almeno 2 dichiarazioni dei redditi.
Possono beneficiare delle agevolazioni anche i liberi professionisti che esercitino da almeno 2 anni.

I programmi d’investimento devono assicurare, nell’unità produttiva, maggiori livelli di efficienza energetica, con conseguente riduzione dei costi e incremento del livello qualitativo dei prodotti.
Devono prevedere spese ammissibili superiori a € 500.000,00 ed inferiori a € 3.000.000,00. I programmi possono essere diretti a realizzare una nuova unità produttiva, ampliare la capacità o diversificare la produzione ed eseguire il cambiamento del processo di produzione dell’unità produttiva esistente. L’investimento deve prevedere l’acquisizione di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica riconducibili all’area tematica “Strategia intelligente”. L’agevolazione consiste nell’erogazione di un contributo a fondo perduto e di un finanziamento agevolato, a copertura del 75% delle spese ammissibili. L’impresa beneficiaria deve poi assicurare un ulteriore apporto, mediante risorse proprie, pari al 25% dell’investimento da realizzare. Quìè possibile leggere il bando e scaricarlo